fbpx
 In Le olive taggiasche

L’olivicoltura ligure: un’attività antichissima

Un lavoro che ha avuto l’opportunità di svilupparsi e specializzarsi nel corso degli ultimi tre secoli, pagando incalcolabili fatiche.
Se l’olio da olive taggiasche è famoso nel mondo, gran parte del merito è dovuto alla sua eccezionale qualità, ma anche ai commercianti di questa provincia che nei secoli hanno solcato qualsiasi via, per terra o per mare, per farlo conoscere ed apprezzare.
Quindi ricapitolando, i fattori che hanno portato l’oliva Taggiasca ad essere, una delle regine indiscusse dell’olivicoltura mondiale sono tre.

Una tradizione agricola importante

E’ questa tradizione che ha deciso negli ultimi secoli di concentrarsi sulla monocoltura dell’olivo a discapito di altre specie come la vite, il castagno ed il fico, in una realtà territoriale impervia e faticosa che ha temprato il carattere dei Liguri, “adsueto malo ligurem” (popolo avvezzo alle fatiche) come lo definì Virgilio nelle Georgiche.

Questa radicale trasformazione ha inciso profondamente sul paesaggio e sulla orografia della Liguria.

Una forte tradizione commerciale della Liguria

Non dimentichiamoci il motto medievale “Genuensis ergo mercator” (genovese, dunque mercante), che ha fatto sì che le olive taggiasche e l’olio taggiasco venissero conosciuti nei territori più disparati del pianeta, mantenendo però la loro tipicità e le loro caratteristiche che le contraddistinguono da secoli, in Liguria, precisamente in provincia di Imperia.

ulivi

Le caratteristiche uniche del terreno e del clima

Tali peculiarità unendosi ad una varietà di oliva speciale, creano una perfetta combinazione di elementi, fatto che rende il nostro prodotto difficilmente imitabile nelle sue caratteristiche.

olive taggiasche
Post suggeriti

Leave a Comment

0

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca